Group: LibrePlanet Italia/Progetti/traduzioni/kindle

From LibrePlanet
Jump to: navigation, search
 
(No difference)

Latest revision as of 13:17, 12 September 2010

Date al Kindle di Amazon una recensione da una stella

Quella che segue è la traduzione del testo reperibile all’url http://www.defectivebydesign.org/blog/1248, come inserito dall’autore, “holmesworcester”, alle ore 11,34 del 20 luglio 2009

“Double plus ungood” (*):date al Kindle di Amazon una recensione da una stella.

(Kindle è un lettore di e-book dotato di una scheda di rete WiFi per la connessione alla rete internet, commercializzato da Amazon – n.d.t.)

Non stiamo scherzando. La scorsa settimana, Amazon ha cancellato le copie, regolarmente acquistate, dei libri di George Orwell “1984” e “La fattoria degli animali” dai lettori di e-book di centinaia di utenti.

L’accaduto è stato perfettamente sintetizzato dal giornalista David Pogue, nella sua rubrica di tecnologia sul “New York Times”: “Questa mattina, centinaia di possessori del Kindle di Amazon hanno scoperto che i libri di un certo notissimo autore erano misteriosamente scomparsi dai loro lettori di e-book. Si tratta di libri che gli utenti hanno regolarmente acquistato e pagato – quindi una loro proprietà.” (giuridicamente, l’affermazione non è corretta; con l’acquisto si acquisisce il diritto alla fruizione del contenuto, il testo, nel caso di specie – n.d.t.) “Ma volete conoscere la parte migliore? L’ironia della sorte? L’autore che è stato vittima di questo complotto da “Grande Fratello” altri non è che George Orwell. E i libri in questione sono “1984” e “La fattoria degli animali”.”

Noi stiamo riproponendo la nostra campagna denominata “defective by design” e non potevamo sperare di avere una migliore occasione, o un migliore bersaglio. Ecco che cosa potete fare:

  • 1. andate alla pagina di su Kindle Amazon
  • 2. date a Kindle una veloce e significativa recensione da “una stella”, ci si deve registrate a questa pagina
  • 3. marcate la recensione con i tag “defectivebydesign”, “kindle swindle” e “1984” la procedura è descritta a questa pagina
  • 4. eseguite la medesima operazione anche per la versione più costosa del lettore di e-book, il “Kindle DX”
  • 5. date menzione di ciò che avete fatto su Digg.com a questo link
  • 6. mandate un messaggio agli editori, inserendo gli stessi tag anche per gli altri titoli distribuiti da Kindle. Qui trovate l’elenco dei titoli più venduti:

http://www.amazon.com/Books-Kindle/b?ie=UTF8&node=154606011

Eccovi anche alcuni altri elementi da utilizzare nelle vostre recensioni:

  • 1. Quando acquistate un dispositivo Kindle, è Amazon che ne ha il controllo e non voi. Amazon può accedere al vostro Kindle e cancellarne il contenuto in qualsiasi momento.
  • 2. Amazon ha recentemente cancellato centinaia di copie di “1984” dai dispositivi degli acquirenti, senza la loro autorizzazione (non sto scherzando, provate a digitare su Google “Amazon 1984”).
  • 3. Il software di Amazon consente loro non solo di cancellare i testi in qualsiasi momento, ma anche di modificarli o limitarli, come hanno fatto recentemente quando hanno disabilitato la funzione di sintesi vocale (text to speech) su altri titoli regolarmente acquistati dagli utenti.
  • 4. Amazon rifiuta di chiarire quali siano esattamente le funzioni del sistema DRM (Digital Restrictions Management – n.d.t.) implementato nel loro software, così come di indicare quando e come intendano utilizzarlo. Pratiche commerciali ingannevoli come queste sono attualmente sotto esame da parte della Federal Trade Commission (Commissione Federale sul Commercio, Ente normativo statunitense – n.d.t.). Notate anche che non vi è alcun avviso riguardo l’impiego di sistemi DRM sulla pagina dedicata alla vendita del Kinlde.

L’articolo del New York Times precedentemente citato riporta che uno studente ha anche perso tutti i propri appunti, quando il testo è stato cancellato (da Amazon – n.d.t.). “Non solo si sono ripresi indietro il libro, ma hanno anche rubato il mio lavoro” ha riferito lo studente.

Ci siamo già occupati in precedenza del Kindle (con una campagna di informazione – n.d.t.) e la nostra azione sta cominciando ad avere effetto. Date uno sguardo a questo editoriale del Minneapolis / St. Paul Star Tribune, di un cronista che ha notato la nostra campagna informativa. Egli ha comunque acquistato il Kindle, ma il suo articolo indica che i tag e le recensioni ne hanno significativamente rallentato gli acquisti.

La vicenda ha goduto di una maggiore visibilità mediatica nel corso del fine settimana, sulle liste di discussione ospitate dal sito del New York Times. Persino le persone che non sanno cos’è un sistema DRM hanno apprezzato l’ironia della vicenda; essi hanno compreso che c’è qualcosa di fondamentalmente sbagliato in una tecnologia che funziona in questa maniera. Questa è una storia perfetta da diffondere ed è un momento ideale per bersagliare il Kindle con recensioni da una stella.

Nelle prossime settimane, Sarah, Matt, John ed io selezioneremo altri prodotti infestati da sistemi DRM, per i tag e le recensioni da una stella che meritano. Ci occuperemo di nuovi prodotti, o di prodotti che facciano un uso particolarmente terrificante dei sistemi DRM. Se volete suggerircene qualcuno, mandateci un messaggio di posta elettronica all’indirizzo address@hidden

(*): ”Double plus ungood” è l’enfatizzazione estrema dell’aggettivo “ungood”, cioè pessimo, cattivo, nella lingua inventata denominata “new-speak” (nuova lingua) utilizzata nella nazione-continente di Oceania, nel libro “1984” di George Orwell. “Double-plus ungood” è quindi la cosa peggiore che si possa dire di qualcosa o di qualcuno.


Traduzione e note di dataghoul (address@hidden)